FARMACOCINETICA - METABOLISMO


Assorbimento

L’assorbimento della cocaina varia al variare della via di assunzione. E’ immediato nel caso della via endovenosa, molto rapido (pochi secondi) quando viene fumata, rapido (alcuni minuti) nel caso dell’inalazione, più lento nell’ingestione.
La concentrazione plasmatica di cocaina aumenta rapidamente nei primi 20-30 minuti dopo l’inalazione, raggiungendo un picco intorno ai 15-60 minuti. Il massimo effetto euforico si verifica prima del picco di concentrazione, ovvero, a circa 15-20 minuti dopo l’inalazione. L’assorbimento della dose terapeutica per via nasale è completa al 98% dopo 4ore.

Distribuzione

Il volume di distribuzione della cocaina è 1.2 -1.9 l/kg; i livelli plasmatici di cocaina rimangono rivelabili fino a 4-6-ore.
La cocaina si diffonde facilmente attraverso la barriera ematoencefalica. Dopo somministrazione acuta di cocaina, a livello di concentrazione massima di sostanza nel plasma, il rapporto delle concentrazioni di cocaina nel cervello e nel sangue (brain/blood, B/B) è circa 4.I livelli di concentrazione di cocaina nel plasma diminuiscono rapidamente mentre nel cervello il processo è più lento. Questo comporta un aumento della B/B che può raggiungere il valore di 20 dopo circa 1-2 ore dalla somministrazione. E’ importante considerare che nella maggior parte dei casi di overdose da cocaina, il rapporto brain/blood osservato più comunemente è 10.

Metabolismo

La cocaina viene metabolizzata nel plasma e nel fegato da alcuni enzimi, le esterasi, che trasformano la cocaina per idrolisi, nel suo principale metabolita, la benzoilecgonina (BE) e in altri metaboliti minoritari quali l’ecgonina metil estere (EME) e l’ecgonina. La benzoilecognina è un metabolita inattivo, si ritrova nelle urine umane e costituisce il 32-49% del metabolismo della cocaina. La conversione di cocaina a norcocaina, attraverso la metilazione dell’azoto della cocaina, costituisce solo una piccola frazione del metabolismo (2.6% -6.2%).
Altri processi di metabolizzazione della cocaina possono avvenire per vie non enzimatiche.

Tempo di dimezzamento (T1/2)

Il tempo di dimezzamento è un parametro molto importante per stimare la quantità di tempo necessario all’organismo per eliminare la droga.
Il T1/2 della cocaina è circa 0.9 ore dopo una dose terapeutica orale mentre è di 1.3 ore per inalazione. Il tempo di dimezzamento varia notevolmente da individuo ad individuo a causa di possibili differenze nei livelli di colinesterasi e ad alti dosaggi di cocaina, si può avere saturazione e tolleranza comportando una cinetica di eliminazione variabile.

Escrezione

La maggior parte della cocaina assunta viene metabolizzata ed escreta attraverso le urine. Nelle urine infatti, si ritrovano solo piccole quantità di cocaina tal quale, generalmente al di sotto del 10%. Può essere ritrovata nelle urine per 8 ore dopo una dose nasale di 1.5 mg/Kg, sino ad un limite massimo di 12 ore. Picchi di concentrazione dei sui principali metaboliti si hanno dopo 4-5 ore dall’assunzione. La benzoilecgonina, per esempio, è dosabile a partire da 4 ore dall’assunzione della cocaina rimanendo rilevabile nelle urine fino ad otto giorni.



Fonti principali

  1. Ellenhorn, M.J. and D.G. Barceloux. Medical Toxicology - Diagnosis and Treatment of Human Poisoning. New York, NY: Elsevier Science Publishing Co., Inc. 1988.
  2. Miller, R. R., and D. J. Greenblatt. Handbook of Drug Therapy. New York: Elsevier North Holland, 1979.